Wikiso:Wikiso

Da Wikiso.

Questo documento offre informazioni inerenti il progetto wikiso (si legge uichi-sò) che dovrebbe intendersi come "conosco velocemente". Il progetto vuol tracciare il processo della creazione delle conoscenze nell'uomo partendo dalle esperienze fatte da bambini della scuola primaria e secondaria. Vogliamo proporre il nostro progetto come supporto contributivo al Bando Cl@assi 2.0 indetto dal MIUR all'interno del Piano Nazionale "Scuola Digitale" della Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi (DGSSSI). L'azione, come descritto nel bando, intende offrire la possibilità di verificare come e quanto, attraverso l'utilizzo costante e diffuso delle tecnologie nella pratica didattica quotidiana, l'ambiente di apprendimento possa essere trasformato.

Indice

Lo strumento

Nella scelta dello strumento da utilizzare, ci siamo posti alcuni punti fissi che devono, a nostro avviso, essere sempre verificati costantemente per tutta la durata del progetto. Riteniamo infatti che il passaggio dell'era digitale all'interno di una classe non debba in alcun modo modificare il processo di relazione umane presenti giornalmente nelle classi, non debba in definitiva rendere fredda l'educazione. Altro aspetto fondamentale, è che l'informazione inserita debba essere vista e percepita dal bambino come una propria conoscenza socialmente utile. Sulla base di questi criteri intendiamo utilizzare il software Mediawiki per la realizzazione di un sito internet che superi il concetto comunemente accettato di sito ma che, come wikipedia, possa divenire lo strumento di consultazione facile e veloce, diverso da una comune enciclopedia ma con gli stessi contenuti.

Il modello Wikipedia

Quando si naviga su internet alla ricerca di un'informazione, di una fonte di conoscenza, si cade automaticamente sulla libera enciclopedia mondiale Wikipedia. Il concetto base che sostiene il progetto Wikipedia è che ogni essere umano ha il suo sapere e che può liberamente e volontariamente dare il suo contributo per un sapere globale condiviso. Una stessa voce non ha mai un unico autore, ma è stata creata da decine, migliaia di tastiere che modificano, integrano, rettificano l'informazione iniziale e la rendono sempre viva, come del resto è lo scibile umano, inarrestabile e per questo affascinante.

Il progetto Wikiso

Se da un lato intendiamo creare un modello che potrebbe essere visto come archivio della conoscenza, in realtà crediamo che l'ambito multimediale rappresentato da wikiso possa essere da un lato strumento didattico per la trasformazione dell'ambiente educativo, d'altra parte possa essere la base di analisi per ricercatori e studiosi di scienze educative e pedagogiche. Senza addentrarci in tematiche che non ci competono, pensiamo che l'informatica, le nuove tecnologie in genere e la multimedialità possano contribuire, integrandosi, all'educazione del cittadino. PREISCRIZIONE ADESIONE Indiscutibilmente il processo conoscitivo ha una velocità superiore a quella dell'informatica ma, poterne rivedere come al rallentatore le fasi o parte di esse è l'aspetto che più ci affascina, che ci conduce idealmente verso un panorama meraviglioso, la metacognizione. Mediawiki ci permette di consultare ogni singolo step [1], ogni singola modifica apportata temporalmente ad un concetto, qualsiasi esso sia e, fattore da non sottovalutare, renderlo socialmente ed individualmente utile. La conoscenza frammentata diviene quindi elemento di crescita sociale, contributo individuale importante alla creazione di conoscenze complesse. Altro aspetto positivo è che wikiso è strumento democratico, è il cartellone della classe dove l'apporto di tutti viene sempre visualizzato, dove ognuno partecipa con le proprie attitudini e peculiarità senza essere messo in secondo piano da esigenze di spazio. L'interazione spontanea e volontaria di altri soggetti che contribuiscono ad aumentare le conoscenze sono l'ambito sociale nel quale l'utente si muove. La multimedialità e l'uso di tecnologie di comunicazione diffuse (webcam, VoIP, filmati, conference call, e-learning, file sharing, lavagne interattive multimediali) possono essere utilizzate per creare la comunità allargata alla classe amica, possono portare ad un prolungamento del banco di scuola utilizzando il computer non come freddo componente hardware, ma come strumento per amicizia e crescita. Wikiso ha anche l'ambizioso obiettivo di educare le nuove generazioni alla legalità e specificatamente per quanto attiene al copyright, all'utilizzo legale di fonti per le quali non viene leso l'interesse di alcuno. Insegnare che si può dare un'informazione senza ricopiare quella di altri ha anche valenza didattica, sprona alla creatività e all'uso delle proprie conoscenze apprezzandone il valore unico. Di contro l'uso di fonti su licenza dell'autore, educa al rispetto dell'altro, delle sue espressioni creative in qualsiasi forma esse siano. Richiedere ad altri la possibilità di usare e diffondere informazioni da questi create è alla base della non-violenza e del rispetto reciproco. Il progetto wikiso, aperto anche a realtà di etnia e lingua differente, può contribuire alla diffusione di un metodo di integrazione su base puramente culturale. La stessa informazione inserita dalla classe/alunno può essere ampliata dalla classe/alunno straniera (anche della medesima classe) magari con il contributo indiretto dei genitori e nonni che hanno così modo di aumentare il bagaglio delle informazioni del proprio figlio/nipote riconducendole anche alla loro esperienza.

Esempi

Il software si presta ad essere utilizzato con vari livelli di complessità, vediamo due esempi pratici di utilizzo:

Utilizzo di base

In classe è stato affrontato un argomento e si decide di scrivere una o più pagine sul tema. Siccome si è parlato di Cani un primo alunno scrive alcune righe; nasce quindi una semplice pagina cane, la cui prima stesura è questa [2]. La pagina è molto elementare e le informazioni che contiene non sono molto appropriate. Un secondo alunno interviene e modifica la pagina come si può vedere qui [3]. Le informazioni sono un po' più complete, ma l'alunno non si è accorto di aver fatto degli errori di ortografia. Interviene quindi un terzo che corregge gli errori e amplia la voce con un file audio, così [4]. Non accorgendosi tuttavia che c'è ancora un errore. Interviene quindi un insegnante per correggere definitivamente gli errori e per aggiustare un po' il tiro apportando queste modifiche [5], tra cui anche l'inserimento della pagina in una categoria, in questo caso categoria:animali domestici. A questo punto la voce comincia a prendere forma e si apre la strada alla stesura di altre voci, ad esempio nella voce citata è stato inserito un collegamento alla voce inesistente "mammifero", basta ora fare click sul link rosso per cominciare a scrivere la voce mancante. È disponibile anche una pagina che elenca le voci mancanti che vengono richiamate più spesso, da cui si può partire per progettare nuovi percorsi. Continuando in questo modo e diramando le conoscenze per ogni possibile itinerario dato dai contenuti espressi, l'esperienza di classe viene quindi riflessa in queste pagine dove maestre ed alunni saranno invitati ad indicare tutto ciò che risponde alla domanda "Ho imparato che ...". Si potrebbe pensare che in questo modo il risultato è più simile ad un bazar informativo, ma non si deve dimenticare il ruolo ricoperto dagli insegnanti e degli utenti amministratori che, oltre a verificare il rispetto delle norme sul copyright, hanno il compito di organizzare le informazioni e modificarne i contributi per renderli maggiormente fruibili. Il ruolo delle maestre in Wikiso non differisce quindi da quello reale, essendo chiamate a favorire le azioni di sintesi ed organizzazione oltre alla correttezza grammaticale e lessicale. Il risultato sarà un aumento delle informazioni, una loro migliore classificazione, una gestione delle relazioni tra argomenti. L'interdisciplinità assume in wikiso una valenza contributiva enorme portando i soggetti a continue e ripetute analisi di un dato, verificandone la presenza in altri ambiti del proprio ed altrui sapere. Il sistema su cui è basato wikiso, rende possibile la tracciabilità di tutte le modifiche effettuate in termini di tempo, di forma e di sostanza, dando così modo di studiare lo sviluppo dell'informazione analizzandone l'evoluzione del contenuto, sia individuando i processi logici che l'hanno gradualmente costituita, sia verificando ad esempio il ruolo delle componenti sociali.

Utilizzo più complesso

Se il meccanismo di stesura delle voci resta invariato rispetto all'esempio precedente quello che è importante sottolineare è che i percorsi delle classi e i lavori che non possiamo definire in qualche modo "enciclopedici" non vanno perduti. Il software prevede infatti che accanto allo spazio in cui mettere le "voci" ci sia la possibilità di inserire delle pagine di altro genere. Questi spazi sono chiamati Namespace. Se si guarda ad esempio il titolo di questa pagina si vede che è preceduto dal prefisso Wikiso:, che indica che ci troviamo non nel namespace delle voci, ma nel namespace dedicato alle informazioni generali sul progetto Wikiso. Oltre a questo esiste il namespace Aiuto:, dedicato a manuali e informazioni di supporto e, più importante, il namespace Progetto:, dedicato a raccogliere ogni tipo di informazione riguardante i progetti che portano alla stesura delle voci. Se torniamo all'esempio precedente possiamo immaginare la stesura della voce cane inserita in un più ampio progetto riguardante gli animali domestici che avrà quindi due facce: da un lato la stesura delle voci riguardanti il cane, il gatto, il criceto e così via, e dall'altra una o più pagine legate al progetto:animali domestici in cui inserire altre informazioni come ad esempio:

  • La presentazione del lavoro svolto durante l'anno
  • Disegni, racconti e altri contributi degli alunni o dei docenti che per la loro natura non sono compatibili col

PREISCRIZIONE ADESIONE namespace principale

  • Resoconti di esperienze fatte
  • L'elenco delle voci create o modificate nell'ambito del progetto.

Inoltre le singole voci possono riportare, mediante l'uso di un apposito strumento chiamato template, un riferimento al progetto (o ai progetti) di appartenenza. Col passare del tempo progetti simili portati avanti da classi diverse porteranno ad un graduale miglioramento delle voci presenti, alla stesura di voci nuove e quindi a una continua crescita sia qualitativa che quantitativa dei contenuti del sito, che mentre in un primo momento sarà dedicato quasi esclusivamente alla ricezione di contributi col tempo diventerà una fonte di conoscenza, e, perché no, grazie al namespace progetto, anche di ispirazione per il lavoro degli insegnanti.

Il linguaggio

Template:Vedi anche Per poter scrivere su wikiso, non bisogna essere dei programmatori, ma semplicemente per poter creare la propria pagina bisogna imparare poche regole di formattazione. Se ad esempio voglio scrivere in grassetto, basta inserire la parola o la frase tra apici (tre prima e tre dopo), per scrivere in corsivo basta invece metterne solo due prima e due dopo. Questo per spiegare che il sistema è semplice. Ovviamente si possono migliorare i propri stili di formattazione, ma generalmente questo viene definito in sede di impostazione del sito dagli amministratori che creano degli standard che saranno poi illustrati alle classi.

Il supporto formativo

La formazione degli amministratori avviene a cura dei proponenti il progetto wikiso che illustrano, oltre alle basi di utilizzo, anche le tecniche per rendere maggiormente multimediale wikiso fornendo spunti e metodi sull'utilizzo di webcam, LIM, software di editing grafico, sistemi opensource per la didattica, etc. Il progetto wikiso, guidato da un'azienda operativa nel campo informatico ed in particolare in quello opensource, viene proposto a livello nazionale coniugando il supporto on site a quello on line.

La licenza

Template:Vedi anche L'uso di una licenza libera per il progetto wikiso permette di riutilizzare i contenuti prodotti all'interno del progetto senza i limiti del copyright tradizionale. Questo permette sia agli operatori direttamente coinvolti nel progetto, che agli esterni interessati di poter utilizzare liberamente i contenuti del sito per le proprie attività didattiche o di ricerca. Il fatto che i contenuti siano manipolabili da tutti gli utenti impone che la licenza con cui gli stessi contenuti sono pubblicati e distribuiti sia una licenza che permetta la modifica di quanto scritto da altri. Per preservare il lavoro da interessi commerciali indesiderati si è scelto di utilizzare una licenza che impedisca il riutilizzo dei contenuti per fini commerciali.

Creative Commons

Creative commons è una organizzazione senza fini di lucro avente come finalità la semplificazione del processo di libera condivisione delle opere di ingegno di scrittori, musicisti, registi e artisti in genere. L'attività principale di Creative Commons è quella di ideare e pubblicare delle licenze che possono essere usate da chiunque per proteggere le proprie opere con semplicità. Le licenza creative commons infatti sono tutte disponibili in due forme, una immediatamente comprensibile anche a chi non è esperto di diritto d'autore e linguaggio legale e una più tecnica. L'uso di licenze creative commons non è nuovo nella scuola italiana innovazioni multimediali ed open source. Notevole ad esempio è il progetto Book in progress portato avanti dall'Istituto Tecnico Majorana di Brindisi<ref>sito del progetto Book in progress</ref>.

cc by-nc-sa

cc by-nc-sa è l'abbreviazione dei termini della licenza Creative Commons scelta per questo sito, la forma completa è Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported<ref>pagina ufficiale della licenza sul sito Creative Commons (forma breve)</ref>. In sintesi la licenza prevede le seguenti libertà:

  • Libertà di usare e distribuire l'opera
  • Libertà di modificare l'opera e distribuirne versioni modificate

E i seguenti obblighi:

  • Citare sempre l'autore (o gli autori) originali dell'opera
  • Non usare l'opera o sue versioni derivate per fini commerciali
  • Le derivate da questa devono essere redistribuite con questa stessa licenza

Questa libertà di licenza impone tuttavia a chiunque metta mano al progetto wikiso di prestare particolarmente attenzione a che nessuna parte dei testi presenti in questo sito provenga da fonti non di pubblico dominio... cioé non si può copiare. Tutti i testi devono assolutamente sempre essere scritti personalmente dagli utenti o provenire da fonti non coperte da copyright.<ref>Wikipedia usa due licenze: la GFDL e la cc by-sa, che non sono compatibili con quella di questo sito</ref>

Le immagini

La licenza d'uso delle immagini segue regole diverse rispetto a quella sui testi. Ogni immagine infatti è un'opera a se stante ed è quindi regolata dalla sua propria licenza. È importante quindi che ogni immagine caricata, oltre che essere sottoposta a una licenza che ne permetta l'uso su queste pagine, venga corredata della indicazione della licenza di origine al fine di regolarne il riutilizzo da parte di terzi e per rendere trasparente la non infrazione del diritto d'autore.

Note

<references/> PREISCRIZIONE ADESIONE

Collegamenti esterni

Strumenti personali
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti